Narconon Piemonte - storia di una dipendenza e di una rinascita

Storia di una dipendenza e di una rinascita

“Mi chiamo Luigi, ho 36 anni, mi sono fumato la prima canna a 15 anni, per gioco per fare il bullo e sentirmi più grande.
Dopo poco tempo non mi bastava più, volevo essere ancora più grande e quindi ho iniziato ad assumere cocaina, ecstasy, mdma, anfetamina, lsd, funghi allucinogeni, eroina, non mi bastava più nulla, ero fuori controllo.


Il mio unico scopo era drogarmi a più non posso, non mi interessava quale sostanza assumere, mi interessava solo drogarmi tutti i giorni.
Poi una sera ho conosciuto una ragazza che col tempo è diventata la madre delle mie due figlie. Lì mi sembrava di essermi calmato, di avere tutto sotto controllo solo perché mi fumavo le canne e non usavo droghe pesanti.
Pensavo che fumando solo le canne la mia vita era sotto controllo ma non era così, ero sempre nervoso, pigro, irregolare al lavoro, irascibile con le mie bimbe, la mia compagna poi un bel giorno non mi sopporta più e decide di lasciarmi.


Da lì mi sono sentito perso ed ecco: sono di nuovo in balia delle droghe peggio di prima, mi drogavo così tanto da sentirmi in un mondo tutto mio dove ci sono solo io, le mie sostanze, le mie giustificazioni. Non passavo più tempo con le mie figlie, non avevo cura del mio corpo, della mia casa, della mia vita, vedevo la mia famiglia soffrire ma non mi importava, pensavo solo a drogarmi tutti i giorni.


Sono arrivato al punto di sentirmi disperato, ero convinto che la mia vita fosse quella e che non avevo soluzione, ero destinato a ritrovarmi solo e morto.
Invece l’amore di una madre non ha limiti e un giorno mi sono trovato gli operatori del Narconon a casa mia, con mia madre che piangeva, mia sorella che provava a convincermi a salire su quel treno e salvarmi la vita.

A quel punto ho preso la decisione più importante della mia vita, la decisione più bella della mia vita: VENIRE AL CENTRO NARCONON PIEMONTE.
Da subito mi sono trovato a casa, ho trovato una seconda famiglia, degli amici veri, sinceri e senza interessi, degli operatori pronti ad aiutarmi sempre con il sorriso e lì, finalmente, mi sono sentito capito, mi sono sentito amato, mi sono sentito al posto giusto.


Sento che la mia vita ora ha un futuro, che le mie figlie hanno un padre, che la mia famiglia ha ritrovato suo figlio.
ORA SONO FELICE, MI SENTO COSÌ GRANDE DA TOCCARE IL CIELO CON UN DITO.”

Luigi


Se anche tu conosci qualcuno che ha bisogno dell’aiuto di persone che ci sono già passate e che sanno come uscirne, chiama oggi stesso il centro Narconon Piemonte:
Tel. 0141-943753
Cell. 331-2947063

La preghiamo di fornirci il suo numero di telefono se desidera essere contattato/a e ricevere una consulenza personalizzata, senza alcun impegno.
Puoi visualizzare l'intera informativa per la privacy a questa pagina: https://www.narcononpiemonte.com/policy-privacy