Segnali dell'uso di droghe - Narconon Piemonte

Segnali dell’uso di droghe

L’uso di droghe comporta diversi cambiamenti sia fisici che comportamentali nell’individuo. Tali cambiamenti sono più o meno evidenti a seconda della frequenza dell’uso e della sostanza utilizzata.

Ogni sostanza ha specifici effetti collaterali, perciò non è possibile compilare un “elenco universale” di sintomi per il tossicodipendente. Tuttavia si possono elencare i cambiamenti generali osservabili in chi ha intrapreso la discesa verso la trappola della dipendenza, così che un osservatore acuto possa individuarli e intervenire tempestivamente per aiutare il proprio caro.

Cambiamenti nel comportamento

Chi comincia a fare uso di droghe generalmente lo nasconde alla famiglia. Perciò la persona sviluppa un comportamento schivo, è evasiva quando le si chiede dove è stata o cosa ha fatto, risponde male e si arrabbia spesso.

Probabilmente passerà molto tempo fuori casa, evitando il più possibile il contatto con gli altri membri della famiglia, così da non dover continuamente mentire nel rispondere alle loro domande.

Inoltre avrà sbalzi d’umore, passando da euforia e grande vivacità a depressione e apatia anche nel giro di poche ore.

La persona che usa droghe con una certa assiduità perde interesse negli hobby, sport o attività che la appassionavano in precedenza. Con l’avanzare della dipendenza l’unico vero interesse diventa la droga.

Il vizio della droga inoltre è un vizio costoso. Perciò è possibile che la persona chieda soldi in continuazione, inventandosi scuse per giustificare la richiesta. Potrebbe anche succedere che spariscano soldi o oggetti di valore in casa.

Chi assume droghe non riesce a mantenere un ritmo sonno-veglia normale, per cui a seconda della sostanza assunta potrebbe scambiare il giorno con la notte, non dormire per giorni interi o al contrario dormire in continuazione in maniera anormale.

Cambiamenti fisici

Per comprendere se la persona che abbiamo di fronte ha fatto uso di droghe, bisognerebbe controllare alcuni punti chiave. La prima cosa che generalmente si guarda sono gli occhi. A seconda della droga utilizzata, gli occhi potrebbero essere arrossati, le pupille ristrette a spillo o dilatate in modo anormale, lo sguardo potrebbe essere vitreo e la persona potrebbe muovere involontariamente gli occhi in maniera rapida da una parte all’altra.

Il naso viene danneggiato nel caso in cui la sostanza venga inalata. In questo caso potrebbero verificarsi perdite di sangue dal naso senza alcuna ragione o continuo scolo senza la presenza di un effettivo raffreddore. Anche movimenti inusuali della bocca possono far insospettire. Molte droghe causano secchezza delle fauci, perciò la persona che ha usato droghe continua a leccarsi le labbra o deglutiscono in modo anomalo.

L’odore è un segnale molto importante. Le droghe che si fumano lasciano inevitabilmente un odore forte addosso alla persona, sui capelli e sui suoi vestiti. Questo potrebbe essere coperto attraverso l’uso di una dose eccessiva di profumo.

È importante osservare in generale il comportamento della persona, come parla, come si muove, se i suoi riflessi sono più lenti o al contrario se è improvvisamente frenetica. Chi conosce bene una persona sa quando c’è qualcosa di strano e l’insieme di questi segnali possono far scattare un campanello di allarme.

Importante

Tutti questi segnali se presi singolarmente possono essere causati anche da altre situazioni. Il modo più sicuro di sapere se una persona fa uso di droghe o meno, nel caso in cui non lo ammetta, è quello di fare un test.

Per maggiori informazioni o una consulenza chiamaci:

Tel: 0141-943753

Cell: 331-2947063