#3 EROINA: è possibile smettere?

“gli effetti sono veramente devastanti e tante volte portano anche alla morte”

“Ciao a tutti sono Paolo e sono un operatore del Narconon Piemonte. Oggi sono qua per parlarvi di EROINA.

L’eroina è un oppiaceo ed è uno stupefacente altamente potente, è un derivato della morfina che è il principale alcaloide delle piante del papavero di oppio. Vi sono diversi tipi di eroina che si differenziano per tipo di qualità, impurità e sostanze da taglio e queste ne caratterizzano la consistenza e il colore. Le più comuni usate oggi sono l’eroina bianca e l’eroina base, o più comunemente chiamata “brown sugar”. Ci sono tre modi per assumere l’eroina:

  1. per iniezione endovenosa, o comunemente chiamato buco o pera, non serve nient’altro che prendere un cucchiaio, metterci l’eroina dentro e farla sciogliere, poi la si tira su con la siringa e la si inietta in vena. E’ un processo molto delicato e pericoloso perchè si può benissimo prendere l’intramuscolo o sbagliare a prendersi la vena: questo può causare dei forti problemi alla zona interessata, come forti ematomi o anche infezioni molto comuni.
  2. si può anche sniffare o inalare con una semplice cannuccia si tira su per il naso quando è in consistenza di polvere
  3. mentre per fumarla con una semplice pippetta oppure con della carta stagnola, sulla quale va fatta sciogliere la sostanza, la droga, con un accendino…anche qui con una cannuccia si respira il fumo provocato.

Tanta gente pensa che sniffarla o fumarla sia molto meno pericoloso che iniettarla, ma invece ha gli stessi effetti devastanti. L’eroina appena assunta provoca uno stato di euforia o “rush” che è simile ad un orgasmo, che è quello che poi porta alla dipendenza.

A breve termine gli effetti sono già molto invasivi, si ha un rallentamento del sistema centrale nervoso, che provoca un rallentamento dell’attività respiratoria e cardiaca, nonchè quello della circolazione…successivo si possono avere degli affetti come vomito, nausea, prurito e sudorazioni. A lungo termine gli effetti sono veramente devastanti e tante volte portano anche alla morte. Prendendola per un lungo periodo, l’eroina provoca una deficienza del sistema immunitario, che può portare a prendere malattie come HIV, epatite B, C… L’eroinomane sperimenta anche molti disturbi cardiaci e di respirazione. Si riconosce infatti un eroinomane anche dalle perdite di peso repentine che ha e disturbi emotivi. La tolleranza è definita come una crescente necessità nel tempo di dosi sempre più elevate, questo perchè la persona, per ritrovare l’effetto del rush e quindi dell’euforia, inizia ad assumerne sempre di più perchè questa euforia cala sensibilmente. Nel momento in cui il corpo è assuefatto dalla droga, questa euforia scompare e la necessità di prendere ancora la sostanza è soltanto al fine di poter far funzionare il corpo in maniera naturale e normale. La dipendenza psicologica si manifesta con pensieri ricorrenti, con forte desiderio della sostanza e da un umore negativo. L’eroinomane infatti ha un comportamento veramente irrazionale che porta solamente allo scopo di assumere la sostanza, nel momento in cui passano 4-6 ore e iniziano a diminuire gli effetti della droga, l’eroinomane inizia a subire questi effetti nel comportamento e nel fisico, il chè lo porta velocemente a volerne assumere ancora.

I sintomi più comuni dell’astinenza da eroina sono forti dolori muscolari e nelle articolazioni, senso di vomito, nausea, dissenteria, sudorazione, brividi, una forte spossatezza e irrequietezza, infatti l’eroinomane in crisi di astinenza tende molto a scalciare con le gambe e a muovere nervosamente anche le braccia. Psicologicamente si prova una fortissima depressione ed ansia e un’insopportabile voglia della sostanza.

Qui al Narconon operatori addestrati aiutano questi ragazzi a superare i sintomi di astinenza. Vi è anche un altro procedimento molto importante e unico della tecnologia Narconon che è quello della “Disintossicazione”, che avviene dopo la fase di astinenza. Questo procedimento include: saune, attività fisica e integratori alimentari naturali. La particolarità di questo percorso di Disintossicazione sono appunto le saune che aiutano ad espellere attraverso la sudorazione tutte le sostanze tossiche come droghe, farmaci e alcol assunti nelal propria vita. Capite bene che ripulendo completamente il corpo da ogni residuo tossico che può essere restimolativo, la persona può tornare poi a fare una vita normale e libera dalle droghe e quindi non sentire più quella forte dipendenza. E’ molto più efficace ripulire e disintossicare il corpo con metodi naturali piuttosto che sostituire le droghe con dei farmaci.”

Narconon Piemonte - Liberati dalle droghe per davvero!